03
02.21

Come vuoi farti contattare dai clienti? Una piccola guida

Telefono, mail, Whatsapp, Direct, Messenger, Telegram, un saluto per strada: hai mai pensato agli innumerevoli modi in cui un potenziale cliente potrebbe contattarti? Ti svelo subito un segreto: sei tu a decidere modi, tempi e strumenti. O meglio: puoi guidare il pubblico a contattarti preferibilmente su un determinato canale. Come? In questa piccola guida ho raccolto alcuni utili suggerimenti che puoi mettere subito in pratica.

Una piccola premessa

La comunicazione non è fine a se stessa: in fondo l’essere umano è sociale, e fin da piccoli impariamo a comunicare – con o senza parole – per raggiungere un obiettivo: conoscere una persona, fare una richiesta, esprimere un sentimento. E anche nel mondo del lavoro la storia non cambia: ecco perché in ogni strumento che utilizzi nella tua strategia di comunicazione, devi inserire un metodo di contatto.

Hai un sito web? Metti in evidenza un form di contatto, una mail, un numero verde. Hai una pagina Facebook? Assicurati di rispondere a tutte le richieste che ti arrivano. Hai deciso di fare un banner pubblicitario su un portale o una pubblicità su un quotidiano cartaceo? Inserisci riferimenti – o link – visibili per contattarti. Altrimenti la comunicazione sarà fine a se stessa e tu perderai ottime probabilità di conoscere potenziali clienti.

Il primo passo: tu come preferisci comunicare?

Le strategie di comunicazione aiutano a raggiungere gli obiettivi, ma devono seguire lo stile e l’anima delle attività. Ecco perché ogni strategia è costruita su misura e si differenzia dalle altre. Lo stesso discorso vale per i metodi di contatto.

A meno che non tu voglia affidare questa parte di lavoro a un professionista esterno oppure tu abbia all’interno dell’azienda una persona che si occupa di rispondere alle richieste online e offline, dovresti partire da una semplice domanda. Tu come preferisci comunicare? In base al tipo di lavoro e ai tuoi impegni, qual è lo strumento che ti permetterebbe di rispondere ai clienti in maniera chiara, esaustiva e in linea con i tuoi principi?

Rispondendo a queste domande, avrai un quadro abbastanza chiaro da cui partire: sei impegnato nelle viti e in cantina tutto il giorno? Forse è meglio una mail per primo contatto, che potrà essere approfondito con una telefonata concordata. Hai una pagina Facebook ma non riesci a stare al passo con i messaggi che arrivano? Valuta attentamente questo nodo cruciale, perché non rispondere è rischioso.

Stabilisci metodi di contatto sostenibili

Accanto al modo di comunicare che preferisci, è meglio riflettere su quali strumenti siano per te più sostenibili. Come scrivevo prima, non rispondere è rischioso. Lasciare un messaggio – peggio ancora una richiesta – senza risposta è segno di scarsa attenzione verso i potenziali clienti e potrebbe allontanare le persone da te. Ecco perché è importante scegliere strumenti sostenibili che si adattino alla tua attività e ti consentano di rispondere in maniera rapida e agevole. Ricordati che sei tu a decidere quali strumenti utilizzare in base al pubblico che vuoi raggiungere, o meglio: sarà la strategia che avrai delineato a suggerti gli strumenti migliori.

Ogni strumento ha le sue caratteristiche e ne devi tenere conto: aprire un profilo Instagram non significa solamente postare le foto dei tuoi prodotti quando hai un’ora libera, ma anche coltivare relazioni con la tua community di clienti e potenziali tali, rispondere alle loro domande, curiosità e richieste. Se sai già in partenza che potrebbe essere difficoltoso per te stare al passo con questi ritmi aspetta ad aprire il profilo oppure affida la gestione a un professionista (tra i miei servizi c’è anche il percorso di comunicazione e web marketing: clicca qui per saperne di più).

Alcune dritte pratiche

Dopo aver fatto chiarezza sui metodi di contatto più adatti a te, ti fornisco qualche dritta pratica su come farsi contattare dai clienti in modo sostenibile e utile:

  • banner pubblicitari su portali: assicurati ti fornire un link di collegamento alla pagina del sito web che spieghi al meglio ciò di cui si parla nel banner. Se si tratta di un servizio specifico, fornisci il link alla relativa pagina, se è generico scegli la tua homepage (ma solo se contiene informazioni esaustive;
  • pagina Facebook: puoi impostare domande e risposte predefinite, soprattutto per FAQ e richieste che ricevi in grande quantità. Questa operazione sarà utile per il pubblico e ti aiuterà a smaltire le domande;
  • sito web: assicurati che il pubblico capisca immediatamente come poterti contattare, non aver paura di ripetere questa informazione, è molto utile!
  • brochure e materiale cartaceo: inserisci metodi di contatto che sei certo di poter gestire. Se sai che le telefonate possono essere un problema, inserisci solamente una mail.

Ti lascio con un ulteriore ultimo consiglio: con un cambio di prospettiva puoi comunicare alle persone giuste, ovvero il tuo target di riferimento, i tuoi clienti ideali. E loro forse preferiscono gli stessi tuoi metodi di comunicazione!

Se vuoi approfondire le tematiche legate a strategie di comunicazione e web marketing trovi risorse gratuite sul mio blog. Per qualsiasi dubbio contattami attraverso il form oppure su Facebook e Instagram!

Se preferisci ricevere direttamente gli aggiornamenti, QUI il mio canale Telegram.

  • Condividi:

Greta Cavallari

Sono Greta e mi occupo di Strategie di Comunicazione e Web Marketing per aziende, negozi, attività, enti, associazioni e liberi professionisti.

Sono Greta e mi occupo di Strategie di Comunicazione e Web Marketing per aziende, negozi, attività, enti, associazioni e liberi professionisti.

© 2022 greta cavallari | P.IVA 01657630339 | Privacy Policy | Brand & Web design Miel Cafè Design
crossmenuchevron-right